È morto Mauro Ianeselli

Il 12 dicembre, a Trento, è improvvisamente mancato Mauro Ianeselli.
Chi ha avuto la fortuna di conoscere Mauro sa già che la sua morte è una gravissima perdita per la meteoritica nazionale.
A chi non l’ha conosciuto posso solo dire che Mauro, oltre ad essere un amico sempre pronto ad aiutare ed un grafico di grande professionalità,era un astrofilo, un esperto di meteoriti, un divulgatore scientifico, il proprietario di una importante collezione di meteoriti e di memorabilia meteoritica, un bravissimo fotografo naturalista e documentarista, ed un appassionato di montagna.
Mauro è stato fondamentale per la crescita e la diffusione di Meteoriti Italia APS e, assieme a Francesco Moser, ha partecipato in tutti i nostri principali progetti di divulgazione.
Le nostre prime mostre di meteoriti sono state allestite con i campioni provenienti dalle collezioni di Mauro e di Francesco che, oltre alle meteoriti, ci mettevano a disposizione anche la loro esperienza.
Mauro lavorava come esperto di grafica in una ditta di pubblicità di Trento e, grazie alla sua competenza professionale ed alle sue conoscenze di meteoritica, ci ha preparato tutta la cartellonistica che abbiamo usato, ed ancora usiamo, per guidare i visitatori nelle nostre mostre. 
La cartellonistica prodotta da Mauro è stata elogiata anche da curatori di importanti musei di Storia Naturale e chi ha visitato le nostre mostre potrà confermarne la chiarezza del messaggio e la completezza dell’informazione. (entrate nella sezione “Le nostre attività”- “Mostre di meteoriti”).
Il contributo di Mauro, sia come grafico che come fotografo, è stato anche fondamentale nel successo della nostra campagna per far conoscere la meteorite di Barcis.
Grazie ai rapporti di Mauro con il mondo meteoritico internazionale, abbiamo anche potuto organizzare a Barcis la Mostra Mercato di Meteoriti, prima manifestazione italiana del genere.
Potrei dirvi molte altre cose positive di Mauro ma queste note sono  per condividere con voi  il dolore per la perdita di un amico e non per fare un elogio funebre.
C’è però un episodio che voglio raccontarvi perché fa capire che per Mauro la passione per la divulgazione e la  generosità hanno sempre prevalso anche  sulla gestione della sua importante collezione di meteoriti.  
Nel 2019, con il nostro tesoriere Adriano, stavamo allestendo a Feltre uno stand per raccogliere fondi per l’ADOS (Associazione Donne Operate al Seno) che avevano organizzato una camminata al chiaro di luna.
L’idea era di utilizzare una mappa della Luna, posizionarle sopra una meteorite lunare che, al richiamo :”Vi facciamo toccare la Luna con un dito”, sarebbe stata toccata da chi versava l’obolo.
Tutto bene però ci mancava un campione di meteorite lunare di dimensioni sufficienti per poter essere maneggiato. Non erano molti i collezionisti privati che potessero avere un campione di Luna di peso superiore ai 20g e, ancora meno, quelli che avrebbero permesso che simile campione venisse maneggiato da chicchessia.  Ma per fortuna c’era Mauro e, il giorno dopo la mia richiesta, ero a Trento dove Mauro mi prestava un campione di ben 24,2g della meteorite lunare “NWA 11273” breccia feldspatica, trovata in Algeria nel 2017.

Questo era Mauro.

Abbiamo perso un Amico ed un insostituibile collaboratore e sarà un nostro impegno ricordarlo nelle nostre future attività.

Umberto

Ensisheim, Meteorite Show 2016. Da sx: Francesco Moser, Giorgio Tomelleri, MAURO, Lucian Cojocaru (foto Mauro Ianeselli)